Nuoto: la spinta dal muro, come migliorarla in 13 mosse

Pubblicato: 29/04/2019 17:58:21
Categorie: Esercizi di tecnica Rss feed

Nuoto: la spinta dal muroNuoto: la spinta dal muro, come migliorarla in 13 mosse

Per insegnare a migliorare la spinta dal muro bisogna innanzitutto capire che all'inizio di ogni nuotata, a meno che non si parta con un tuffo, è importante iniziare con una spinta dal muro potente e ben impostata a livello tecnico.

Ci sono due modi di farlo, a pancia in giù o lateralmente

Il più facile è a pancia in giù. Per farlo, appena ti immergi unisci le mani preparandoti a una streamline rigida e perfetta(si spera). Se lo fai lateralmente è un po' meglio perché crei un poco più di spinta con una delle due braccia. MA questo significa che devi ruotare durante la posizione di scivolamento. Ed è lo stesso modo in cui spingeresti dopo una virata, quindi è un buon allenamento anche per quello.

Per ruotare il corpo fai partire la rotazione dalla muscolatura di supporto ("core", addominali e bassa schiena) con una torsione anche lieve dei muscoli che la compongono.

Gomiti e ginocchia si distendono rapidamente e all'unisono. Un sacco di velocità viene generata (come in ogni "salto") dalle caviglie. Assicurati di usarle bene e posizionale in flessione plantare molto velocemente e il più possibile. La tua muscolatura di supporto deve sempre rimanere ben tesa e mai abbandonata.

Allenati a spingere dal muro il più forte possibile. Questo perché quel momento è il più veloce della nuotata, lo scopo è portare con te quella velocità, derivata dalla spinta, fino alla fine della vasca.

Come insegnare a migliorare la spinta dal muro nel nuoto

Per insegnare a migliorare la spinta dal muro 

  1. Inizia nella posizion di partenza.
  2. Rilascia una mano dal muro e guardala mentre si sposta verso l'orecchio, con il movimento di "risposta al telefono".
  3. Appena la mano lascia il muro tieni il gomito in acqua finché la stessa non raggiunge l'orecchio.
  4. Quando la mano arriva all'orecchio il corpo sta ancora vicino al muro ma ruota all'indietro e leggermente di lato mentre ti immergi. Per aiutarti ad affondare usa l'altra mano per spingere all'insù sull'acqua.
  5. Le due mani si incontrano proprio sopra la testa e si uniscono preparandosi alla posizione di scivolamento migliore.
  6. Nel momento in cui spingi con i piedi estendi braccia e gambe simultaneamente per aggiungere forza alla spinta. Lascia il muro quasi a pancia in su ma leggermente ruotato di lato.
  7. La prima parte è fatta
  8. Ora prova di nuovo ma dopo la spinta dal muro ruota lentamente dalla posizione laterale a una posizione frontale.
  9. Prossimo passo: prova una spinta che ti prepari a una virata a Farfalla o Rana.
  10. inizia nella solita posizione, eccetto per il fatto che i tuoi piedi e le caviglie saranno maggiormente ruotate da un lato. Assicurati che le ginocchia siano più in alto dei fianchi.
  11. Spingi quasi a pancià in giù ma leggermente girato da un lato. Poi ruota lentamente nella posizione a pancia in giù.
  12. Ripeti finché non sei a tuo agio con la spinta da un lato poi...
  13. ...prova dall'altra parte finché non senti più differenza tra virare e spingere da una parte o dall'altra.

Ora sei pronto per imparare le virate aperte. Nell'articolo Virate Aperte di Nuotonline.it puoi trovare qualche esercizio interessante per proseguire.

Condividi