Pinne Nuoto 

Ci sono 28 prodotti

In pinne e monopinne trovi una vastissima scelta di pinne per nuoto, nuoto pinnato, apnea, acque libere. Modelli più o meno tecnici, dalla pinna corta semplice a quella in materiale super morbido o costruita con una tecnica estremamente performante.

Come introduzione a ogni categoria abbiamo inserito una descrizione che potrebbe esserti utile nella scelta delle pinne e monopinne che andrai ad acquistare. Non solo indicazioni utili per la scelta della taglia ma anche consigli per individuare il modello più adatto alle tue esigenze.

Leggi tutto

Sottocategorie

  • Pinne Corte

    Le pinne corte sono un attrezzo da allenamento indispensabile per chi nuota. Molti le utilizzano già, magari anche tu, ma ti starai chiedendo le pinne corte a cosa servono?

    Perché una pinna a pala corta è meglio rispetto a una a pala lunga se ti stai allenando in piscina? In questa breve introduzione cercheremo di spiegarti in maniera molto semplice perché è conveniente un allenamento nuoto pinne corte.

    Pinne corte: perché e quali sono meglio per te?

    Come nel caso di tutti gli attrezzi da allenamento per nuotatori, anche nel caso delle pinne corte la scelta può non essere così semplice come sembra. Eh già, quando nuoti ti devi sempre chiedere quale attrezzo sia il più giusto per te se vuoi allenarti al meglio. In questo caso potresti chiedeti: ma le pinne corte a cosa servono? Eccoti la risposta.

    I nuotatori non possono usare pinne a pala lunga per un paio di motivi. Il primo e più importante è che una pinna a pala lunga non permette di mantenere efficacemente una frequenza alta della battuta di gambe. La risposta tra il movimento della caviglia e la punta della pinna è troppo lento, mentre nel caso di pinne corte piscina la risposta è praticamente immediata (anche se, come vedremo, in alcuni modelli di più e in altri di meno).

    Il secondo motivo è che la pala troppo lunga non permette una battuta di gambe tecnicamente corretta, sia per quel che riguarda l'ampiezza che per quel che riguarda la posizione. E nel nuoto si sa, quando cambi la posizione delle gambe finisci per cambiare l'assetto di tutto il corpo.

    Ma quali sono le differenze tra le pinne corte che trovi su Swimmershop? Ecco qua un breve vademecum.

    Pinne corte standard

    Le pinne corte "classiche" Sono pinne che di norma hanno un'ottimo prezzo e nessuna caratteristica particolare. Questo non vuol dire che non facciano in maniera egregia il proprio lavoro. Se hai necessità di pinne corte nuoto a buon prezzo allora la scelta può tranquillamente cadere su queste. Noi ti proponiamo pinne corte in un'ottima mescola di gomma morbida come le pinne galleggianti FINIS (il nome pinne a pala lunga è solo per distinguerle dalle altre che hanno la pala ancora più corta).

    Pinne corte da potenziamento

    Ci sono delle pinne corte particolari (che io sappia ne esiste un'unico produttore) il cui scopo è concentrare e intensificare il lavoro di gambe durante l'allenamento. Le pinne corte Zoomer Gold hanno la pala più spessa e pesante così che la muscolatura degli arti inferiori possa essere sottoposta a un lavoro maggiore e più allenante. Ovviamente sono ideali per un lavoro specifico e limitato nella prospettiva di un allenamento anche quotidiano ma completo. Ad esempio da utilizzare unicamente per le intense ripetute di gambe in un allenamento. non sono adatte se devi utilizzarle per più del 40/50 percento dell'allenamento.

    Pinne corte da potenziamento e tecnica

    Ottime pinne corte sono ad esempio le COLORS, il loro prezzo eccezionale le rende molto accessibili. La pala più corta delle pinne standard minimizza il tempo di risposta della punta della pinna dopo il movimento della caviglia. Perfette per mantenere un andatura e una frequenza piuttosto elevate. La scarpetta morbida fa sì che si possano utilizzare anche per parecchio tempo senza particolari fastidi.

    Molto simili le pinne corte Zeta Two. Leggerissime e morbidissime, puoi usarle anche per tutto l'allenamento. La loro particolare mescola di gomma e la loro forma con costole brevettate fa lavorare la gamba in maniera completa. Sia quando muovi la gamba dall'alto in basso che dal basso in alto. Inoltre non sovraccarica eccessivamente la muscolatura, facendo lavorare gli arti inferiori ma riducendo moltissimo la probabilità di crampi ai piedi. Queste pinne corte nuoto forniscono un buon sostegno, migliorando la tua postura in acqua ma con estrema leggerezza.

    Ci sono poi pinne corte specifiche per interiorizzare la postura corretta dei piedi durante la battuta di gambe e che sono ottime anche da utilizzare per le serie di gambe a Rana, le pinne da Rana PDF. La loro forma ellittica ti abitua a tenere i piedi ruotati leggermente verso l'interno e ottimizza la resa sopratutto nel movimento della battuta di gambe a Rana.

    Anche per i bambini esistono pinne corte che li aiutano nei loro primi passi nel mondo del nuoto. Non che debbano cominciare ad allenarsi come agonisti di 16 anni! Però iniziando presto con le pinne piscina bambini Fishtail Finis che favoriscono la corretta tecnica e danno loro il giusto supporto, sono possibili due cose. Primariamente il bambino acquisisce una postura corretta che si porterà dietro in caso dovesse continuare a praticare questo sport. Inoltre il sosyegno fornito da queste piccole pinne contribuisce ad aumentare la confidenza e sicurezza del bimbo in acqua, rendendo più facile ogni fase di apprendimento.

    La limousine delle pinne corte da allenamento

    Ci sono poi pinne corte progettate per fornire il massimo della resa in allenamento. È il caso delle pinne corte EDGE. Completamente in silicone, per un comfort estremo, queste pinne rafforzano l'abitudine alla corretta battuta di gambe a velocità elevate, aumentano la resistenza cardiovascolare e attivano i gruppi muscolari chiave per ottimizzare la propulsione delle gambe anche nella fase di  movimento della gamba dal basso in alto.

    Una combinazione studiata in laboratorio tra aperture nella pala e inclinazione della stessa forniscono il massimo sviluppo di tecnica e velocità. Il tallone aperto permette la massima mobilità articolare.

  • Monopinne

    La scelta della monopinna è spesso legata a molti fattori piuttosto vincolanti, il più influente dei quali è spesso il prezzo! Non solo, le monopinna cambiano tantissimo a seconda del materiale e della forma con cui sono costruite e dello scopo per il quale sono pensate. Una monopinna per nuotatore non è la stessa cosa di una monopinna apnea o per nuoto pinnato, così come una monopinna in gomma non serve ad assolvere la stessa funzione di una monopinna in plastica o in vetroresina.

    Ecco quindi delle veloci linee guida per capire in quali tratti di base si differenziano le monopinne che trovi sul nostro sito. In questo modo il tuo acquisto sarà più consapevole e sarai sicuro di aver acquistato la monopinna più adatta alle tue esigenze.

    Il materiale della monopinna

    Sostanzialmente i materiali con cui vengono costruite le monopinne sono tre: gomma, vetroresina o plastica. Inutile dire che alcuni materiali sono ugualmente buoni e adatti però a un utilizzo diverso, mentre altri sono decisamente poco adatti all'allenamento e più ad un utilizzo ludico.

    La monopinna con pala in plastica va bene per chi non ha esigenze di allenamento particolari ma deveutilizzarla solo per svago. La plastica è rigida e non risponde bene alla flessione come la gomma o il vetroresina. Anche la scarpetta è piuttosto rigida e non certo confortevole come quelle in gomma.

    La monopinna con pala in vetroresina è rigida ma ha una risposta ideale per potenziare la battuta di gambe a delfino e il modello a mezzaluna è frequentemente utilizzato come monopinna apnea. la scarpetta è in gomma quindi molto comoda.

    La pala in gomma è un'invenzione piuttosto recente che ha avuto un estremo successo sia come monopinna nuoto che come monopinna apnea. Ne esistono pochi modelli, il più noto dei quali è la monopinna FOIL di FINIS. Ottima sia per allenare il movimento corretto e fluido delle gambe a Delfino che per potenziare la muscolatura grazie alle scanalature brevettate che differenziano l'elasticità e la risposta della pala. La scarpetta aperta, e sopratutto il punto di uscita delle dita morbido, rende questa monopinna la più comoda e la meno esposta a rischio vesciche e abrasioni.

    Basti dire che con questa monopinna FIPSAS organizza competizioni di nuoto pinnato e ci si allenano nuotatori agonisti di livello altissimo, come ad esempio Federica Pellegrini. A titolo di curiosità, è stato il campione di apnea Mike Maric a introdurre nell'allenamento della Pellegrini nazionale l'utilizzo delle monopinne FOIL.

    La forma della monopinna

    La forma della monopinna ha una decisa influenza sul modo in cui ti andrai ad allenare. In linea di massima se non hai bisogno di un allenamento troppo specifico la classica forma a trapezio è ottima. Molto performante la pala più corta del normale come nel caso della monopinna FOIL. Una pala più corta ottimizza il lavoro e la frequenza della battuta di gambe.

    Forme particolari possiamo trovarle nelle monopinne in vetroresina con pala rettangolare, utili per allenare una estrema potenza o velocità.

    Il prezzo della monopinna

    I prezzi delle monopinne sono sempre stati piuttosto alti. Anche in questo caso le monopinne a pala corta, pur essendo ormai riconosciute come le migliori per chi nuota sono anche quelle con il prezzo più accessibile. Consigliatissime quindi per atleti, master e squadre.

    Le mono in vetroresina hanno prezzi piuttosto importanti, per questo di solito sono altleti di livello e che hanno bisogno di allenamenti molto molto specifici a utilizzarle.

  • Monopinne Sirena

    Perché un monopinna sirena? Perché le sirene sono mitologiche, le sirene sono bellissime ed è un sogno pensare di poter nuotare come una di loro.

    Cosa può esserci di meglio di una pinna da sirena portatile che puoi indossare quando vuoi per nuotare come una sirenetta Disney? E allora che tu sia una bambina o una donna o un bambino o un uomo (perché lo sai che i maschietti delle sirene si chiamano tritoni e hanno anche loro una monopinna al posto di piedi) ecco per te la monopinna sirena. In tantissime  e colorate varianti.

    La monopinna sirena ti aiuta ad imparare

    Sì, una monopinna sirena non è solo un gioco. O meglio, è anche un gioco, ma quale cosa migliore di imparare giocando? Con la vasta gamma di monopinne che ti offriamo qui su Swimmershop sarà uno scherzo trovare quella più adatta a te.

    Monopinna sirena bambina

    La monopinna sirena da bambini è adatta per bambini dai 6 anni in su con un numero di piede che vada dal 33 al 36. Il suo morbido laccio con aggancio in velcro e la comoda scarpetta rendono questa monopinna perfetta per i più piccoli.

    Ovviamente iniziare a muovere le gambe a delfino con questa pinna è utile, oltre che per imparare come ondulare correttamente il corpo, anche per dimenticarsi della paura dell'acqua e approcciare all'ambiente piscina con una serenità estrema. Adatta sia ai maschi che alle femmine, basta variare il gioco usando la parola tritone anziché sirena!

    Monopinna sirena adulto

    La monopinna sirena da adulto, anche nota come Aquarius Fin, è adatta a bambini e adulti dai 10 anni in su con un numero di piede che vada dal 36 al 43. La pala è più ampia rispetto alla mono da bambini ma loscopo e le funzioni sono essenzialmente le stesse che trovate descritte nel paragrafo precedente.

    Monopinna sirena LUNA in silicone

    C'è ovviamente anche il top di gamma. Una monopinna sirena completamente in silicone, scarpetta compresa, che a un'estrema comodità aggiunge una flessibilità e una risposta incredibili al movimento ondulatorio del corpo! Disponibile in due taglie regolabili, la S dal 28 al 35 e la M, dal 36 al 42.

    Questa monopinna è talmente ben fatta che spesso viene utilizzata per assemblare i costumi da sirena per gli spettacoli acquatici delle sirene professioniste. Eh sì, se non lo sapete le sirene esistono davvero, sopratutto negli USA ma il fenomeno si sta diffondendo anche qui: non farti cogliere impreparata.