Palette nuoto - quando usarle

Pubblicato: 16/07/2018 18:26:01
Categorie: Teoria dell'allenamento Rss feed

palette nuotoPalette nuoto, quando usarle e quando no? Che benefici puoi trarne?

Le palette, amale o odiale ma non puoi farne a meno. Le palette hanno fatto parte del mondo del nuoto fin dall'inizio (o quasi) e continueranno a farne parte. Praticamente ogni nuotatore Olimpico da trent'anni a questa parte ha utilizzato regolarmente un qualche tipo di paletta nuoto in allenamento. Sia per potenziare la forza che per migliorare la tecnica. Più un nuotatore è evoluto e più sa come e quando usare correttamente un paio di palette nuoto.

Ecco un breve sommario di quello che troverai in questo articolo:

I benefici delle palette nuoto

Innanzitutto, chi può beneficiare dell'utilizzo di palette nuoto? Il mio parere è che praticamente tutti i nuotatori, di qualsiasi età essi siano, possono beneficiare dell'utilizzo di un qualche tipo di palette, siano esse tecniche o da potenziamento. Certo poi il nuoto è un'esperienza anche soggettiva e ogni atleta va allenato tenendo conto delle sue proprie specificità. 

Se hai articolazioni e spalle deboli le palette poterebbero non essere un attrezzo da allenamento adatto a te (a meno che tu non utilizzi delle aplette molto piccole come ad esempio le mezze palette nuoto.

mezze palette nuotoSe un nuotatore ha 6 anni e deve ancora capire il modo giusto in cui nuotare, forse le classiche palette non sono una buona idea, ma palette per la tecnica in taglia bambino potrebbero essere perfette (ad esempio il lo Stroke Trainer o le palette per la tecnica Freestyle)

Ricorda che se non hai mai usato palette e inizi da zero allora le palette taglia XXXXL potrebbero non essere quelle più adatte. 

La maggior parte della gente quando pensa al nuoto con le palette pensa ad arrancare, vasca dopo vasca, nuotando come nuota di solito, semplicemente esagerando con la forza così da sovraccaricare ben bene le articolazioni.

Va da sé, questo non è il modo corretto di utilizzare le palette.

Nessun attrezzo da allenamento deve essere usato in modi che creano problemi fisici e infiammazioni. Con le palette, come con tutto il resto, devi imparare ad ascoltare le reazioni del tuo corpo.

Se senti qualcosa che ti provoca fastidio o dolore cerca di correggere quel che stai facendo, se non ottieni alcun risultato allora levati le palette. E fatti anche visitare da un medico sportivo.

Questo non significa che in allenamento tu non debba spingerti oltre i tuoi limiti. Allenarsi deve avere come risultato un'intensa fatica e magari il buon dolore muscolare che ne deriva. Ma ciò significa impegnarsi a capire quando i dolori da allenamento non sono tali ma sono invece dolori da infortunio.

Perché usare palette nuoto?

Le palette sono uno strumento meraviglioso per aumentare la resistenza durante la bracciata. Rendendo più ampia l'area della tua mano ecco che è effettivamente più difficile spingere con efficacia attraverso l'acqua.

Tutto ciò rende il tuo lavoro parecchio più duro facendoti usare anche muscoli che normalmente non utilizzavi. Imparerai gradualmente a coinvolgere nello sforzo, in maniera più efficace, bicipiti e dorsali. Perché?

Perché quando usi le palette nuoto hai BISOGNO di quei muscoli se vuoi arrivare alla fine della vasca!

Le palette possono aiutarti a capire che cosa deve fare la mano nella parte iniziale della bracciata. Te lo fanno supporre, infatti ti verrà da chiedere a te stesso "la mia mano sta facendo abbastanza presa?".

Se l'allenamento è molto intenso le palette ti rallenteranno, abbassando la tua frequenza di bracciata. In questo modo sarà più difficile effettuare degli scatti in velocità. Allenarti con le palette ti aiuta a sviluppare la forza necessaria per aumentare la frequenza anche sotto carico e ad avere un miglioramento nella velocità a fine stagione.

Quando usare le palette

Pensa all'utilizzo delle palette come a un sollevamento pesi in acqua. Molte volte non è salutare sollevare pesi TUTTI i giorni. La cosa migliore è farlo a giorni alterni. Se fai palestra tutti i giorni molto probabilmente un giorno fai le braccia e l'altro le gambe e così via.

Con le palette cerca di ragionare allo stesso modo. Non utilizzarle troppo e alterna le giornate di utilizzo. Se sei come molti di noi nuotatori, usare le palette ti piace e non usarle ti scoccia proprio. Pensa al lavoro che fanno le palette (far presa su una maggiore quantità di acqua) e cerca di replicarlo con la tua bracciata anche quando non le stai usando.

Non sarà facile disintossicarti se sei un drogato di palette ma alla fine pensa che non potrai usarle nemmeno in gara (e neanche partecipare alle gare se sovraccaricherai troppo le articolazioni), quindi meglio che ti abitui a usarle meno.

Se stai imparando o perfezionando la tecnica

Se stai imparando a nuotare utilizzare una paletta ti aiuterà ad abbreviare i tempi di apprendimento e a capire meglio la meccanica di una bracciata efficace

Le palette ti fanno percepire nettamente quello che stai facendo di sbagliato. Molte delle palette nuoto perla tecnica che trovi su SwimmerShop.it non hanno elastici o ce l'hanno solo sul dito medio.

Il motivo di questa configurazione è essere sicuri che la bracciata venga portata a termine fino in fondo senza utilizzare l'elastico per tenerla attaccata alla mano ma utilizzando la pressione dell'acqua.

Questo è uno dei morivi per cui nella maggior parte dei casi i produttori hanno reso gli elastici removibili dalla paletta (un bel grazie ai produttori).

Inoltre ecco un ottimo consiglio: se sei in fase di apprendimento non dovresti spingere la paletta a tutta forza attraverso l'acqua. cerca piuttosto di sentire il punto in cui la superficie della paletta nuoto si connette con l'acqua e inizia a spingerti in avanti.

Molti neofiti cercano la sensazione di pressione esagerata sulla paletta e per questo tendono a spingere giù, all'infuori, all'interno e tutto intorno per mantenere quella sensazione. questo può essere controproducente. Prova invece a cercare la connessione con l'acqua e agganciare ad essa la paletta in modo che questa ti spinga in avanti.

Quando NON usare le palette nuoto

Innanzitutto non usarle troppo a meno che tu non sia DAVVERO molto allenato e ABITUATO ad usarle. Con le palette nuoto è essenziale aumentare gradualmente la quantità di vasche per evitare fastidiosi infortuni.

I preadolescenti dovrebbero usare le palette SOLO per l'apprendimento e NON per allenare la forza (non ce n'è ancora bisogno a quell'età). Messa in maniera semplice: è un carico troppo grande per delle articolazioni giovani.

Quando i piccoli nuotatori utilizzano le palette fai in modo che siano PICCOLE. Le palette molto grandi sono pensate per allenare nuotatori grandi (lo so, sembra un po' la storia del grande muro/grande pennello ma è così) e non per facilitare l'apprendimento della tecnica.

Se fai le debite proporzioni è come se tu usassi una paletta grande come una pagaia. Insomma la parola d'ordine con le palette è sempre "fare attenzione".

È bene preferire sempre palette piccole alle grandi (1,5 cm al di fuori della mano)

Le palette sono uno spasso

Personalmente mi piacciono un sacco le palette. Ci permettono di variare tantissimo gli allenamenti, annoiarci meno e migliorare di più e più in fretta!

Ogni nuotatore ha la sua paletta preferita, chi adora quelle che migliorano la tecnica, chi quelle grosse come un cofano e chi una via di mezzo tra le due. Speriamo di averti aiutato nella scelta e ti proponiamo qui sotto una lista di palette da scegliere in base al tuo obiettivo e una breve spiegazione di come utilizzare palette di grandezza diversa per migliorare la tua efficacia in acqua (leggi: velocità)

Quanti tipi di palette ci sono?

Se vuoi sapere quanti tipi di palette ci sono puoi dare un'occhiata all'articolo Palette nuoto: quali scegliere in base all'obiettivo che ti poni

Posso usare le palette per aumentare SIMULTANEAMENTE la velocità e la forza della bracciata?

Certo, leggi come in Palette Nuoto a carico differenziato, come allenarsi.

Condividi