Come Correggere i 5 Errori più Comuni nello Stile Libero

Pubblicato: 30/01/2020 12:28:04
Categorie: Esercizi di tecnica Rss feed

Errori più Comuni nello Stile LiberoIn Come Correggere i 5 Errori più Comuni nello Stile Libero

In questo video si cerca di correggere i 5 errori più comuni nello Stile Libero e lo si fa con grande competenza ma sopratutto con un'estrema semplicità. Seguendo i consigli del video ti stupirà vedere quanto velocemente riuscirai a correggere i tuoi eventuali errori.

Ecco un indice degli errori più diffusi tra i nuotatori per orientarti all'interno di questo video, se non capisci l'inglese non preoccuparti, cercheremo di tradurre il tutto brevemente e in maniera comprensibile così che utilizzando la nostra traduzione e il video avrai a disposizione tutto ciò che ti serve:

La bracciata corretta con un semplice trucchetto

L'errore più comune in assoluto è il gomito basso. Nel video vedrai un esempio di gomito basso (etichetta rossa "WRONG") e di bracciata eseguita a gomito alto (etichetta verde "CORRECT").

Con una bracciata a gomito basso non spingi a sufficienza sull'acqua e quindi ti muovi più lentamente e sprecando maggiore energia. Per fare presa sulla maggior superficie di acqua possibile, e quindi muoversi più velocemente è necessaria la posizione del gomito alto.

Tieni sempre presente che nella posizione iniziale della bracciata Stile Libero l'avambraccio è ruotato verso l'interno e il gomito è visibilmente più in alto rispetto a mano e avambraccio.

La posizione dell'avambraccio gioca un ruolo importantissimo in questo  tipo di errore. NON c'è alcuna possibilità di eseguire correttamente la bracciata se l'avambraccio è ruotato all'esterno.

Quindi la prima cosa da fare per correggere quest'errore è ruotare l'avambraccio all'interno così che il gomito sia puntato verso l'alto. Per posizionarsi in questo modo il braccio e il gomito si muovono ad una diversa velocità nella prima fase di questo movimento permettendo a mano e avambraccio di abbassarsi di più. 

gomito alto nuoto

Utilizzando il braccio in questo modo utilizzi anche i muscoli dorsali per spingerti sull'acqua e quindi hai una potenza maggiore. Il miglior esercizio da fare a secco per interiorizzare questo movimento è quello della sedia. Prendi una sedia ed esegui il movimento che vedi nel video per un po' di volte, percepirai la differenza se provi a fare il movimento a gomito basso prima e a gomito alto poi. La memoria muscolare farà il resto e ti sarà più facile ripetere il movimento corretto in acqua.

errori stile libero nuoto

fulcrumMentre fai questo esercizio fatti riprendere da un compagno di squadra così da verificare poi il movimento che hai percepito con quello che hai davvero eseguito.

Molto utile per allenare questa posizione mentre si nuota è la famosa paletta Fulcrum utilizzata ormai da allenatori FIN in tutta Italia. Una paletta che ti permette di lavorare sulla tecnica anziché sul potenziamento e di tenerti sempre abituato al corretto movimento della bracciata efficiente.

Due cose contemporaneamente

Il secondo errore più comune salta fuori quando il nuotatore non ha le capacità di base e quindi finisce per respirare e fare la bracciata simultaneamente. Molto spesso i nuotatori neanche si accorgono di fare questo errore quindi dai un'occhiata al video. Se sei soggetto a questo errore e lo correggi vedrai aumentare del doppio la tua velocità di spostamento in acqua.

È necessario respirare mentre una mano è davnati e ti fornisce appoggio e l'altra punta all'indietro e sta per iniziare la fase di recupero.

respirazione corretta nuoto

Quando fai una bracciata con la testa girata da una parte, il braccio segue una traiettoria sbagliata, non c'è modo di controllare/comandare il movimento della bracciata in quella posizione.

Il braccio può anche entrare in presa nella posizione corretta ma subito dopo, in fase di trazione, si avvicina troppo al corpo: prova a pensare quanto un errore del genere possa influire sul tuo modo di nuotare se ad ogni respirazione il tuo braccio diventa inutile.

Come risolvere il problema

Prima devi allenarti a secco per avere la giusta sensazione e allenare le tempistiche, ecco come.

Alla fine della bracciata devi girare la testa per respirare, non prima; allo stesso tempo l'altro braccio sarà teso a scivolare in avanti fornendoti il miglior supporto per un'ottima respirazione (vedi video).

Ricorda, mai iniziare una bracciata se la testa è girata. Dopo aver fatto pratica a secco prova a ripetere questo schema di respirazione mentre nuoti. In poco tempo avrai risolto il problema. Inizierai la nuova bracciata solo quando la testa è tornata alla posizione iniziale dopo la respirazione.

A testa alta

A qualcuno di voi potranno sembrare questioni molto semplici ma in realtà non sono per nulla cose scontate. Molti nuotatori hanno difetti che si portano dietro, per un motivo o per l'altro, a volte anche quando si ha un background da agonista. Quindi non preoccuparti, c'è sempre per tutti il margine di migliorarsi tecnicamente nel nuoto.

Se i guardate intorno vedrete quante persone per la fase di respirazione invece di ruotare soltanto la testa la sollevano anche, come si vede al minuto 7:08 del video. Questo è un errore con pessime conseguenze: rende il tuo stile inefficiente, rallentandoti e stancandoti e influisce su altri aspetti tecnici del tuo stile, peggiorandoli. 

La cosa più evidente è l'abbassamento del bacino con conseguente e mostruoso aumento di attrito. Anche per correggere questo partiamo da un esercizio a secco. Immagina che ci sia un asse che attraversa il tuo corpo, come nell'immagine.

asserespiraizonenuoto

Effettua il movimento corretto di rotazione della testa intorno a questo asse, fuori dall'acqua è più facile e potrai familiarizzare con la sensazione giusta.

tavoletta nuotoIn acqua il miglior esercizio per praticare la respirazione è la battuta di gambe al muro (minuto 8:35 del video). Con un braccio lungo il fianco e uno puntato contro la parete della vasca batti le gambe e respira ruotando la testa senza alzarla. Un occhio dovrà sempre rimanere in immersione e le gambe dovranno battere con energia e costantemente. Ripeti l'esercizio per 30 secondi di seguito poi riposa per altri 30 secondi e ripeti di nuovo.

Per allenare questa posizione è anche molto utile la tavoletta triangolare: potrai allenare il corretto movimento di respirazione anche mentre alleni le gambe. Leggi le caratteristiche della tavoletta piccola per il nuoto sulla pagina del prodotto.

Bracciata lunga ed efficiente

Quando ti alleni intensamente ti stanchi e man mano che ti stanchi la tua tecnica si sfalda piano piano. Questo non è un gran problema se le basi della tua tecnica sono corrette e solide. In caso contrario la tua tecnica (e quindi la tua efficienza, velocità in acqua) subirà un decadimento rapido.

Se la tua bracciata è troppo corta te ne accorgi perché in sostanza non stai spingendo fino in fondo. La bracciata è corta e spinge poco, per farla bene devi allungare bene in avanti la mano al momento dell'entrata in acqua e spingere bene all'indietro fino a che il tuo pollice sfiora la coscia e la mano esplode fuori dall'acqua.

L'ultimo errore diffuso

Potrà stupirti ma uno degli errori più drastici è quello di battere le gambe a Stile Libero nel modo sbagliato. Può rovinare tutto il tuo stile. Anche se non stiamo spingendo a mille con la battuta di gambe e quindi queste ultime non ci stanno dando un apporto significativo in velocità, battere male le gambe ci rovina la tecnica, e una tecnica scorretta ci fa nuotare più piano. 

Molti nuotatori non riescono a battere correttamente le gambe. Il punto è eliminare tutti quei movimenti che sono superflui, che creano attrito rallentandoci.

Il primo passo per capire la battuta di gambe a Stile Libero e nuotare con le gambe distese, morbide ma distese. A causa della resistenza dell'acqua le tue gambe non rimarranno dritte ma si piegheranno al ginocchio, questo ti aiuterà nell'effettuare la battuta di gambe corretta.

L'ampiezza della battuta di gambe non dev'essere troppo ampia. Un esercizio eccezionale per impostare la corretta tecnica di gambata è la battuta di gambe in verticale,.

In questa posizione non hai alternativa se non battere nel modo giusto. Se pieghi troppo le ginocchia non ce la farai. Mentre lo fai memorizza la sensazione e cerca di replicarla mentre nuoti a Stile Libero.

costumi nuoto donna

Condividi