La forza di un agonista, da dove viene?

Pubblicato: 08/04/2019 12:30:03
Categorie: Notizie e novità Rss feed

forza di un agonistaLa forza di un agonista, da dove viene?

I nuotatori agonisti vivono vite intense e frenetiche. Un nuotatore non si ferma mai dal momento in cui si sveglia fino al momento in cui poggia la testa sul cuscino. Ci si sveglia, via di corsa all'allenamento, poi scuola e di nuovo ad allenarsi. Un nuotatore è come un tornado che non si ferma mai.

E mentre corre in giro tutto il giorno si accorge che ha intorno persone che lo aiutano lungo la strada che percorre quotidianamente?

Non vogliamo dire che l'atleta non ne sia consapevole o non le consideri importanti. Solo che le nostre menti sono occupate dagli impegni giornalieri, scuola, lavoro,allenamenti, preoccupazioni, etc. Nessuno vuole essere egoista apposta ma a volte può capitare di sembrarlo. Ecco perché ho scritto questo post.

Vorrei dire ai nuotatori, ogni tanto fermatevi a pensare chi ha reso possibile il vostro percorso da atleta, oltre al vostro stesso impegno e talento. Chi ha reso quei giorni di sport speciali e anche divertenti oltreché impegnativi. 

Questi eroi di cui si parla forse troppo poco meritano, a mio avviso, il rispetto e la gratitudine degli sportivi che spesso aiutano/supportano. Fanno tantissimo per noi ed è giusto che ciò venga loro riconosciuto.

Insegnanti e Allenatori

Gli allenatori ci insegnano moltissime cose (certo ci sono quelli buoni e quelli meno buoni). Instaurano con noi un rapporto di confidenza e di fiducia giorno dopo giorno. Sanno quando permetterci di arrivare in ritardo e quando pretendere puntualità estrema. Essere concilianti perché sanno degli impegni scolastici ma anche essere intransigenti sulla serietà dell'impegno necessario a svolgere attività sportiva a un certo livello.

Cercano di prepararci al meglio delle loro capacità sfruttando il meglio delle nostre.

Gli allenatori in cui mi sono imbattuto (forse sono stato molto fortunato) hanno sempre cercato di andare incontro alle esigenze dei singoli atleti per facilitare a tutti le cose così che ci si potesse allenare senza troppi pensieri, ben concentrati sul da farsi.

Sono quelli che capiscono che non è facile essere studenti-atleti e cercano di rendere migliore la cosa. Sono quelli in grado di riconoscere quando mettiamo lo stesso impegno nel nuoto e nella scuola. Senza l'allenatore  e la sua capacità empatica sarebbe tutto difficile, quasi impossibile.

Immagino che ognuno di voi nuotatori abbia qualcosa di bello da dire sul proprio allenatore, ci farebbe piacere sapere in cosa vi ha aiutato di più, scrivetelo nei commenti!

Amici

Che dire dei nostri compagni di squadra e amici che sono con noi ogni mattina, ogni allenamento, che sia in acqua o in palestra? Ci stanno accanto in ogni momento, a volte ci si ama e a volte ci si inca... litiga. Come si fa a non esser grati per la loro presenza? Ogni compagno di squadra è un sostegno per noi e chiede sostegno per sé. Le squadre unite hanno atleti forti.

E quegli amici carissimi che però non nuotano e non condividono con noi la corsia? Ti sei mai chiesto come fanno a capirti così bene anche se non hanno idea delle meccaniche specifiche dell'allenamento di un nuotatore?  Sono quelli che magari ti aspettano fino a che non hai finito l'allenamento solo per uscire con te.

Quelli che ti ascoltano anche quando ti lamenti un po' troppo di quanto sia stato faticoso l'allenamento e di quanto tu sia stanco. Empatizzano con te ogni volta e ci sono vicini non solo nelle questioni del nuoto ma anche in quelle della vita (che poi, quante volte si sovrappongono).

Magari non sono tutti direttamente coinvolti nella comunità del nuoto e della squadra ma sono comunque parte di una "famiglia".

Ci sostengono incondizionatamente dentro e fuori dall'acqua, si mettono nei nostri panni e capiscono tutto senza la necessità di dover partecipare a tutto: è perché spesso sanno ascoltare molto bene. Ogni nuotatore sa quanto questo sia importante come sostegno.

Nondimeno anche quando si mettono in contrasto con noi spesso (volontariamente o no, chi può dirlo) ci permettono di sviluppare nuove prospettive e nuovi punti di vista e di percepire le nostre vite caotiche come un po' più sane e meno incasinate di quanto non possano sembrare a noi, rimettendo tutto nella giusta prospettiva.

Almeno qualcosa di buono sui tuoi compagni di squadra potrai dirlo, vero? Cosa fanno per rendere i tuoi allenamenti più... tollerabili? :) Faccelo sapere scrivendolo nei commenti. Siamo curiosi.

Famiglie

phelps famiglia  

Ed ecco le famiglie, sicuramente le entità più accomodanti e comprensive nei confronti dei nuotatori come noi. Magari non le vediamo tanto quanto vorremmo, specialmente durante le gare.

Anzi, probabilmente vediamo più spesso la nostra squadra che i nostri consanguinei!

Nonostante questo i genitori e i fratelli/sorelle sono sempre ad ogni gara a cui possono essere, spesso facendosi in 4 per poterci essere e fare il tifo per noi. Ci sono, lì ad aiutarti, quando tocchi atleticamente il fondo e devi raccogliere i pezzi e ci sono, a farti sentire speciale, quando hai il più grande dei tuoi successi.

E sono proprio i familiari più stretti che sono in grado di rimetterti in sesto in quel modo che ti rende più forte ogni volta!

Sono le persone che ci rendono possibile entrare in acqua giorno dopo giorno, nel quotidiano. Meritano davvero le nostre più grandi attenzioni e gratitudini. Sappiamo di avere un debito con loro e che non funzioneremmo a livelli così alti senza il loro aiuto (se pensi che non sia così pensaci ancora un po', con attenzione).

Debito che non può essere ripagato ma che non ha bisogno di esserlo , proprio perché la famiglia lo fa per amore. Grazie ogni giorno, bisognerebbe dirvi, perché non potremmo essere atleti senza di voi. E anche se non potete essere con noi in ogni momento della giornata siete quelli che la rendono possibile e tollerabile, bellissima e divertente. Rendete possibili i traguardi! 

Allora se fin qui non hai detto nulla di buono né di allenatori né di compagni di squadra/amici ti sfido a fare altrettanto per la famiglia. Ti ha sicuramente aiutato in qualche modo e deve aver reso migliore la tua esperienza in piscina. Vuoi deciderti a dirci come? Fallo scrivendo nei commenti qui sotto.

Dal profondo dei nostri cuori - grazie a voi, allenatori, amici e famiglia per tutto quello che fate! E tu? Chi devi ringraziare oggi?

Condividi