Elastico per il Nuoto Frenato con cintura lungo

L'Elastico per il Nuoto Frenato con cintura della linea StrechCordz è stato progettato da un gruppo di atleti per migliorare la bracciata, la resistenza e la forza. Versione lunga per vache 25mt

Più dettagli

69,89 €

72,21 € tasse incl.

-3.21%


Elastico per il Nuoto Frenato, Resistente e confortevole, il massimo per il tuo allenamento in piscina

Questo Elastico per il nuoto Frenato, prodotto dalla azienda americana NZmanufacturing è uno dei migliori prodotti dedicati al nuoto frenato per i nuotatori di ogni livello. La disponibilità di 4 resistenze differenti lo rende decisamente versatile e utilizzabile sia dal principiante (il quale potrà concentrarsi piu sulla tecnica) che dal nuotatore agonista più esperto.

Ecco cosa troverai tra gli argomenti di questa pagina che ti chiariranno l'uso e il funzionamento degli elastici per nuoto frenato:

  • Introduzione all'allenamento con l'elastico per nuoto frenato
  • Nuoto Frenato
  • Nuoto Assistito
  • Nuoto statico e sviluppo della resistenza
  • Aumentare la velocità
  • Gli studi scientifici sull'Elastico per il nuoto Frenato
  • La sicurezza aggiunta dell'Elastico per il nuoto Frenato
  • Caratteristiche
  • Cura e manutenzione

Introduzione all'allenamento con l'Elastico per nuoto Frenato

Il nuoto frenato, cioè effettuato utilizzando qualcosa che faccia resistenza all'avanzamento, è utilizzato in maniera massiccia nell'allenamento dei nuotatori di tutto il mondo fin dalla metà degli anni '70. Come molti altri metodi di allenamento che riguardano il nuoto, il nuoto frenato è un sistema mutuato dalla corsa campestre. Allenarsi con la resistenza di un'elastico aggiunge anche un altro aspetto all'allenamento: il nuoto assistito oltreché frenato. Ovvero il nuotatore torna indietro trascinato dall'elastico, quindi a una velocità maggiore di quella a cui può nuotare normalmente. Il famoso allenatore americano Ernest Maglischo teorizzò e praticò molto con i suoi velocisti l'allenamento con elastico per nuoto frenato.

Un altro famoso allenatore che preparò alcuni dei primi programmi di allenamento con elastici da corsia fu Counsilman (1986). Egli sviluppò un sistema di allenamento anaerobico facendo nuotare all'atleta (attaccato all'elastico) serie da 10x50 su due o tre minuti o 5 x 100 a tre/cinque minuti. Fu sempre Counsilman che iniziò a utilizzare il nuoto assistito facendo sì che gli atleti si trainassero lungo le corsie fino all'estremità opposta della vasca e poi si lasciasssero andare nuotando fino al punto di partenza trainati dall'elastico.

Dice Gary Hall Sr. del Race Club:“Anni fa un allenatore del mio club mi introdusse all'utilizzo dell'elastico per nuoto frenato. I nostri atleti lo utilizzano spesso in molte serie di allenamento. È ottimo per aumentare la velocità e la resistenza. Solitamente viene utilizzato per una tecnica chiamata allenamento anaerobico alattacido. Questa è un tipo di allenamento che utilizza l'ATP come carburante dell'organismo. Anaerobico significa che non richiede ossigeno e alattacido che non ha come risultato l'accumulo dell'acido lattico".

Nuoto Frenato

L'allenamento contro un attrezzo che offe resistenza ha come risultato l'aumento della forza muscolare MA non è direttamente correlato a prestazioni più veloci sui 100 metri; per contro l'allenamento di nuoto assistito in velocità (cioè quando torni indietro trainato dall'elastico nuotando ilpiù velocemente possibile)migliora le prestazioni sui 100 metri senza aumentare la potenza muscolare(Girold, et. al., 2006). L'allenamento di nuoto frenato migliora la forza di flessori ed estensori del gomito in condizione rispettivamente isometrica e concentrica (Girold, et. al., 2006). Questo è importante per migliorare la lunghezza percorsa con ogni ciclo di bracciata, inoltre rafforza gli schemi motori della trazione e della spinta.

Ecco cosa c'è di straordinario in questi elastici: unendo l'allenamento che frena l'avanzamento (nuoto frenato) a quello in velocità trainato dalla tensione dell'elastico (nuoto assistito) hai un allenamento completo che lavora sia sul potenziamento che sulla velocità - due lavori in uno.

Nuoto Assistito

Il nuoto assistito (cioè quando l'elastico ti trascina aggiungendo velocità alla tua nuotata) ottimizza la frequenza di bracciata e sviluppa la sensibilità per una posizione massimamente idrodinamica (Girold, et. al., 2006). Senza la parte di nuoto assistito, l'allenamento con l'elastico produrrebbe una lunghezza di bracciata maggiore ma peggiorerebbe la posizione di testa e corpo e un ciclo di bracciata più lento.

Al contrario un nuoto assistito senza nuoto frenato ci fornirebbe un'alta frequenza di bracciata e una buona posizione di testa e corpo ma una scarsa potenza muscolare e una lunghezza di bracciata molto più corta di quella ottimale. I nuotatori che si allenano con questi elastici da nuoto frenato aumentano la frequenza della loro bracciata.

Nuoto statico e sviluppo della resistenza

Lo scopo più comune per cui vengono utilizzati gli elastici per nuoto frenato è, appunto, migliorare resistenza e velocitàò in acqua. Devi però scegliere la resistenza giusta (aiutandoti con la tabella in fondo alla pagina): infatti una resistenza troppo bassa e il lavoro non sarà sufficientemente allenante, e quasi sicuramente romperai l'elastico.

Questo è uno dei problemi che si incontrano con elastici di qualità scarsa: il prezzo è più basso ma la resa in allenamento è pessima. Sono necessarie resistenza ben definite ed elastici in grado di reggere il lavoro perché si producano risultati apprezzabili. In questo gli elastici Strechcordz di NZ Manufacturing sono i migliori in assoluto.

Una resistenza troppo alta  non ti permetterà di allungare sufficientemente lo stesso per un'efficace rientro in nuoto assistito.

L'altro utilizzo di queste corde elastiche per nuotatori è quello che prevede il nuoto stazionario sul posto, nel caso di piscine piccole o troppo affollate, ma in questo caso è meglio scegliere un elastico apposta, come l'elastico a cintura corto o l'elastico da nuoto stazionario.

Aumentare la velocità

Un aspetto mnolto interessante dell'allenamento in nuoto assistito è che quando nuoti in velocità assistita ogni particolare del tuo stile che produce attrito si accentua. L'allenatore potrà con la semplice osservazione evidenziare al meglio quali sono i punti critici della tua idrodinamica. È un ottimo modo di fare un lavoro certosino anche sulla tecnica, un lavoro che porterà beneficio sia ai fondisti che ai velocisti.

Gli studi scientifici sull'Elastico per il nuoto Frenato

Ci sono stati molti studi sugli elastici da nuoto frenato. In quello che prendiamo a esempio sono stati osservati dei nuotatori per 12 settimane.

Si sono esaminati due gruppi di atleti, un gruppo utilizzava l'elastico per nuoto frenato e l'altro no. Alla fine delle 12 settimane il gruppo dell'elastico aveva migliorato maggiormente la velocità sui 50 metri mentre i progressi degli altri nuotatori non erano stati così buoni.

È stato anche dimostrata una cosa molto difficile da replicare con altri metodi di allenamento. Man mano che la corda si tende e il nuotatore rallenta, il corpo tende a posizionarsi istintivamente nella posizione migliore e più efficiente per l'avanzamento.

In definitiva quando ti alleni con l'elastico da nuoto frenato alleni la potenza, la resistenza, l'aumento graduale di velocità e la posizione più efficiente del corpo in acqua.

La sicurezza aggiunta dell'Elastico per il nuoto Frenato

L'Elastico è dotato di una cintura di 5 cm di altezza (con imbottitura confortevole) con un attacco mobile connesso a un elastico in latex (lungo 6 metri) per il Nuoto Frenato di resistenza e il ritorno assistito in velocità. L'attacco mobile si sposta liberamente sulla cintura in modo da non ostacolare il movimento. All'interno di tutto l'elastico c'e la nuova SafetyCord di sicurezza, fatta di Kevlar, un materiale leggero, resistente e invulnerabile all'usura, il quale aggiunge sicurezza in caso di rottura.

Elastico per il Nuoto Frenato a Cintura Lungo corda in kevlar di sicurezzaProprio grazie a questa corda in Kevlar di sicurezza è possibile prevenire , in caso di rottura, che l'elastico "frusti" con forza il nuotatore che lo stava utilizzando. Caratteristica tipica degli Elastici per il nuoto freanto più economici, e di bassa qualità.

L'Elastico per il Nuoto Frenato a Cintura Lungo ha quattro livelli di resistenza:

Argento -1.3 a 3.6 Kg di traino - ATTENZIONE: adatto fino a Esordienti B
Giallo -2.2 a 6.3 Kg di traino - ATTENZIONE: adatto fino a Esordienti A
Verde -3.6 a 10.8 Kg di traino - ATTENZIONE: adatto a categoria Ragazzi e Juniores
Rosso -5.4 a 14.1 Kg di traino - - ATTENZIONE: adatto a categoria Cadetti, Seniores, Master 

Caratteristiche dell'Elastico per il nuoto Frenato:

  • Elastico per nuoto frenato & assistito
  • Allena la resistenza, la potenza e la tecnica del nuotatore
  • Disponibile in resistenze diverse
  • Qualità massima
  • Completamente Made in USA
  • Cintura in nylon rivestita in morbido neoprene
  • Cinghia di sicurezza interna

Quando ordini l'elastico RICORDATI di specificare nell'apposita casella la  resistenza dell'articolo scelto

La linea StrechCordz di articoli per il nuoto fu progettata da un gruppo di atleti per migliorare la bracciata, la resistenza e la forza. Questi attrezzi sono utilizzabili non solo da atleti veri e propri ma anche da chi si e avvicinato da poco al mondo del nuoto e vuole migliorarsi.

ATTENZIONE

Gli elastici Strechcordz non sono un giocattolo; i bambini dovrebbero utilizzarli unicamente sotto la supervizione di un adulto. Non tirare l'elastico più di tre volte la sua lunghezza originale per prevenire il superamento del limite elastico dello Strechcordz. Controllate periodicamente il tubo elastico per sincerarvi che non si siano formate crepe, strappi o altri danni. Tenete l'elastico lontano dal volto mentre eseguite gli esercizi. Non lasciate mai andare l'elastico mentre e in tensione Non usate mai il tubo elastico in luoghi in cui potrebbe colpire qualcuno. Leggete con attenzione tutte le istruzioni prima dell'uso. NZ Manufacturing e Icarus Project snc non si assumono responsabilità per danni causati o ricevuti dall'utilizzo errato dei prodotti Strechcordz. Consultate un medico prima dell'utilizzo delle Strechcordz se non praticate attività fisica regolarmente.

CURA e MANUTENZIONE

Come qualsiasi altro prodotto la manutenzione regolare allunga la vita degli elastici Strechcordz.
Il tubo di lattice e sensibile all'ozono e ai raggi ultravioletti del sole.
Quando sull'elastico si sviluppa una patina polverosa (tipo gesso) sarà saggio trattare il tubo con una sostanza protettiva per il lattice.
Dopo l'uso in piscina sciacquate l'elastico con acqua corrente per rimuovere i residui di cloro.

strechcordz knee

Product Faqs

Fai una Domanda

Servizi Avanzati

  • Spedizioni in 24/48 ore
  • Reso facile fino a 30 giorni
  • 2 anni di garanzia diretta
  • Pagamento alla consegna possibile
  • Guadagna punti ad ogni acquisto

Articoli sul blog